Scoprire il territorio
Eventi e proposte
Divertimento e relax
Ospitalità
Servizi


Percorsi nella natura
In mountain bike


S. PIERO IN BAGNO - RIO PETROSO - CA’ DI VEROLI - RIO SALSO - S. PIERO IN BAGNO

Dettaglio:
S. Piero in Bagno (463) - SP 26 - Passo Carnaio (790) - Paretaio (795) - Rio Petroso (618) - Ca’ Morelli (460) - Ca’ di Veroli (654) - Rio Salso (712) - Monte Piano (1059) - Piazzale (992) - S. Piero in Bagno (463).

Lunghezza: km 33
Tempo percorrenza: ore 4
Interamente segnato.
Punti acqua: Cà di Veroli, Rio Salso
Da S. Piero in Bagno si segue la SP 138 in direzione Cesena. Al bivio in fondo all’abitato, si imbocca sulla sx la SP 26, salendo prima agevolmente poi via via impegnati dai tornanti che portano al Passo del Carnaio. Giunti fin quasi alla sommità, ad un ampio tornante si devia a sx, seguendo per un centinaio di metri una larga sterrata. Poi s’imbocca sulla dx un’altra pista ghiaiosa ed agevole, che diviene fangosa con la pioggia: accompagnata da recinzioni, scende gradatamente lungo il crinale di galestro, arido e scaglioso, che si erge tra i fossi di Varotto (dx) e delle Petrose (sx), s’avvalla verso il borgo abbandonato di Rio Petroso per poi rialzarsi nel Monte delle Petrose e digradare infine nel Bidente di Pietrapazza ove confluiscono anche i due fossi predetti.
Superato il cimitero, le rovine della chiesa di S. Biagio di Rio Petroso e di alcune case, si ritrova l’antica mulattiera selciata che prende a scendere: è suggestiva quando, prima di aggirare la cima del Monte delle Petrose, corre su un esile crinale di galestro, una lama sottile sorretta da un muricciolo.
Poi scende ripidamente, quasi cancellata da una vegetazione rigogliosa, fino al nucleo di Ca’ Morelli; si attraversa la corte di questo grumo di case abbandonate su un pianoro sospeso sul Bidente per poi scendere fino all’ottocentesco ponte sul Bidente di Pietrapazza, da dove, con un ripido tratto, si sfocia poi sulla lunga pista forestale che collega Poggio alla Lastra a Pietrapazza, e attraversa per intero la valle abbandonata.
La si segue sulla sx e, superato Ca’ di Veroli, - un albergo solitario ricavato da una vecchia casa contadina, ottimo luogo di ristoro - si prende di nuovo a sx per Rio Salso. Superato il Ponte dei Riacci, il tratto si fa impegnativo per la pendenza ed il fondo sconnesso.
Poi appaiono le case di Rio Salso, costruite a scalare su uno sprone che chiude l’omonima vallecola abbandonata: dell’antico nucleo è stata splendidamente restaurata la grande casa padronale coi suoi resedi, divenuta l’albergo “Rio Salso” - altro ottimo luogo di sosta e ristoro - mentre la vicina chiesa ed un podere sono ruderi cadenti.
Dall’albergo Rio Salso seguitiamo sulla lunga sterrata che si dipana in salita fino a Monte Piano ove imbocchiamo sulla sx una strada in parte asfaltata che scende verso S. Piero in Bagno.

Natura


I temi della natura


I luoghi della natura

Percorsi nella natura

A piedi
A cavallo
In mountain bike

BAGNO DI ROMAGNA - MONTE PIANO - CORZANO - BAGNO DI ROMAGNA

BAGNO DI ROMAGNA - MONTE PIANO - MONTE CARPANO - BAGNO DI ROMAGNA

S. PIERO IN BAGNO - RIO SALSO - PIETRAPAZZA - S. PIERO IN BAGNO

S. PIERO IN BAGNO - RIO PETROSO - CA’ DI VEROLI - RIO SALSO - S. PIERO IN BAGNO

BAGNO DI ROMAGNA - CA’ DI GIANNI - BRUSCHETE - BAGNO DI ROMAGNA

BAGNO DI ROMAGNA - ACQUAPARTITA - CROCE DEL COMERO - BAGNO DI ROMAGNA


Le erbe